COSMOPOLIS

cosmopolis-.jpgdiretto da David Cronenberg (La versione di Barney, A dangerous Method) interpretato da Robert Pattinson (Twilight ), Juliette Binoche ( il danno), Sarah Gadon, Mathieu Amalric, Jay Baruchel, Kevin Durand, K’Naan, Emily Hampshire, Samantha Morton, Paul Giamatti (La versione di Barney).

Mi chiedo cosa ci vuole dire questo film, perchè cerco di vederlo dal lato spettacolare ma non mi è chiaro, come storia nemmeno, un intreccio di dialoghi abbastanza assurdi, come se ognuno parlasse per i fatti suoi, la mia impressione non è di un ambiente futuro, ma argomentato toccando reali paure di tutti e  problemi attuali a vari livelli, psicologici, economici, filosofici, oltre a riferimenti eversivi e agli attacchi sociali e terroristici, una società intrappolata, e claustrofobica, la limousine che diventa abitazione blindata. Direi un esperimento, forse una provocazione, certo un film  innovativo, atipico, in quanto non c’è una trama e gli interpreti non si sa da dove vengono, ne che fine fanno. Dall’inizio alla fine ho avuto l’impressione di vedere un film non diretto da un abile e sincero Cronemberg, ma da un David Lynch, in particolare le riprese dall’alto nel negozio del barbiere, e per tutto il tempo, il film in sostanza sembra voler uscire da qualsiasi schema logico. Ci sono frasi insignificanti ripetute alla paranoia es.: “Devo aggiustare il taglio” ho la “prostata asimmetrica”. Forse il vero motore del film è proprio l’incomunicabilità cosmica. Un film dal sapore astratto come certi quadri che si prestano a moltissime interpretazioni probabilmente tutte giustificate. In uscita in contemporanea con il Festival di Cannes, io sinceramente  spero proprio oggi non vinca.

Voto 6

Milena

COSMOPOLISultima modifica: 2012-05-27T13:47:00+00:00da milfer
Reposta per primo quest’articolo
Questa voce è stata pubblicata in cinema e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

Una risposta a COSMOPOLIS

Lascia un commento